Dolce al limone di Vito

Quando la biondina vuole un bis di una mia torta sa essere molto convincente! Ecco quindi che qualche giorno fa mi sono ritrovata a rifare il dolce al limone di Vito. Ebbi questa ricetta da un ragazzo molto simpatico conosciuto anni fa. Ho rifatto molte volte questo dolce, specialmente in occasione di pranzi o cene con gli amici e ha sempre riscontrato molto successo tra i commensali. Ora che ho a disposizione limoni succosi che posso raccogliere direttamente dal mio albero questo dolce riesce anche più buono!

Ingredienti:

-350g di farina (come sempre io non uso la 00, quindi scelgo una farina 0 la farina di farro)

-300g di zucchero (in questo caso consiglio di usare lo zucchero semolato per una resa ottimale)

-250g di burro

-1 bustina di lievito naturale

-1 cucchiaino di polvere di vaniglia Bourbon (la ricetta originale richiedeva lo zucchero vanigliato, ma io ho preferito apportare questa modifica)

-6 uova

-la buccia grattugiata di 3 limoni (ovviamente se non avete la fortuna di avere piante di limoni in giardino, scegliete almeno limoni biologici)

-5 cucchiai di succo di limone

 

Per la glassa:

-4 cucchiai di succo e polpa di limone

-200g di zucchero a velo

Preparazione:

Amo preparare questa torta, perchè non necessitando di preriscaldare il forno, può essere un modo per portare il forno a temperatura prima d'infornare una torta successiva, in questo modo farete velocemente due torte in metà tempo! La preparazione di questo dolce, poi, è assai semplice e abbastanza rapida.

Sbattete le uova intere con lo zucchero, unite il burro sciolto a bagnomaria, la polvere di vaniglia, la buccia e il succo di limone, da ultimo la farina e il lievito (ovviamente continuate a mescolare mentre versate gli ingredienti).

Versate il composto ottenuto in una teglia bassa. Potreste usare la leccarda presente nel vostro forno, ricoprendola di carta da forno, oppure un'altra teglia, purchè bassa.

Fate cuocere in forno (non preriscaldato) a 180° per una ventina di minuti. Potrete verificare la cottura inserendo uno stuzzicadenti. Se ne uscirà asciutto la torta sarà pronta.

Preparate la glassa unendo a freddo gli ingredienti e spalmatela sulla torta ancora calda, quindi ponete il dolce a raffreddare su una gratella prima di servirlo.

Un consiglio:

Se desiderate una glassa più spessa e opaca, che vi dia una sensazione di "frizzante" in bocca, attenetevi alla dose di 4 cucchiai di succo e polpa di limone, come scritto sopra. Se invece preferite un effetto lucido, come nel caso della foto, e un gusto più "morbido", allora aumentate la dose del succo e polpa di limone a 5/6 cucchiai.

Scrivi commento

Commenti: 0