chapati

Chi l'ha detto che per cuocere del pane serva sempre il forno? Per questo particolare tipo di pane, che arriva dalla tradizione indiana, il forno non è necessario. Basta una piastra o una padella antiaderente e il fuoco vivo. E allora che aspettate? Iniziate a prepararne qualcuno insieme a me!

ingredienti

250g di farina integrale di grano duro

1/2 cucchiaino di sale

2dl scarsi d'acqua

preparazione

Mescolate la farina con il sale in una grossa scodella e aggiungete a poco a poco l'acqua, fino ad ottenere un impasto elastico ed omogeneo. Coprite l'impasto con un panno umido e lasciatelo riposare per 30'.

Dividete l'impasto in otto porzioni e date a ciascuna una forma sferica. Stendete ogni sfera in un disco di circa 3mm di spessore, coprite con un panno umido e lasciate riposare per altri 30', al riparo da correnti d'aria.

Scaldate una piastra di ghisa (la bistecchiera va benissimo) e appoggiatevi un disco di pasta, tenendolo leggermente premuto. Quando prende colore su un lato, giratelo e cuocetelo anche dall'altro lato, per circa 1 minuto per parte. Passatelo quindi sulla fiamma per abbrustolirlo su entrambi i lati e farlo gonfiare. Cuocete così tutti i chapati e man mano metteteli al caldo coperti da un canovaccio, fino al momento di servirli in tavola.

un consiglio

Il chapati è il pane più diffuso in India, acompagna tutti i pasti ed è usato per portare il cibo alla bocca. Usatelo al posto del pane o come piatto di portata per qualche ricetta speziata, oppure spalmatevi sopra della marmellata come ama fare la mia bimba.

Scrivi commento

Commenti: 0