dono a staffetta

Il ricamo e' finito. Ora tocca a un'altra amica della sposa confezionare il cuscino per le fedi e così sara' pronto per essere regalato. E' stata una bella idea questo dono a staffetta! Non vedo l'ora di vedere il risultato finale.

 

Ogni volta che ricamo per una sposa chiedo sempre informazioni. Parto dalla tinta del vestito o dei fiori, ma è solo un modo per iniziare il vero dialogo con la futura sposa per poter farle dire, senza che se ne accorga davvero, che cosa le piacerebbe di più avere ricamato come ricordo, ovvero che cosa è per lei il simbolo di questo momento così intimo pur nel suo mostrarsi al pubblico, che ogni donna vive quando decide di rendere noto alla comunità intera il legame col suo compagno.

 

Ogni volta per me è un'emozione poter far parte di questa festa di comunione d'anime. Il filo scorre veloce e a poco a poco compare il disegno colorato tra le mie mani. E' come se leggessi la storia degli sposi, il loro sì alla coppia che si forma. E allora ricamo lentamente, cercando di non fare correzioni, per non interrompere il flusso, per far scorrere il filo che lega quelle due amine dell'amore che le ha portate l'una a fianco dell'altra e in silenzio li saluto e do loro il benvenuto come coppia prima di chiunque altro, senza parole, con l'intento migliore possibile: quello dell'amore, che auguro dal profondo del mio cuore agli sposi.

 

Il ricamo è una meravigliosa magia, l'amore che scorre tra i fili che s'intrecciano senza nodi inonda anche me e di questo sono molto grata.

Scrivi commento

Commenti: 0