pesto a modo mio

Oggi vi propongo una mia versione di pesto, che ben si sposa con una pasta fresca, con degli spaghettini a cottura veloce, con una fetta di pane abbrustolita a mo' di bruschetta verde (in questo caso ricordatevi di mettere il pesto a freddo sul crostino e di non farlo cuocere in forno!), o con una zuppa di verdure, cereali e legumi (anche in questo caso aggiungete il pesto a freddo).

ingredienti

Per preparare questo versatile sugo vi serviranno:

- 30 g di foglie di basilico (io ho raccolto le sommità delle piantine del mio orto)

- 30g di pinoli

- 1 spicchio d'aglio (almeno uno, ma che sia grosso!)

- 30g di pecorino (io ho usato del pecorino sardo semi stagionato della Barbagia)

- 30g di anacardi (non tostati nè tanto meno salati, mi raccomando!)

- sale e olio EVO q.b.

 

preparazione

Se avete voglia di macinare il tutto all'antica procuratevi un mortaio molto capiente, in alternativa potete usare un mixer e frullare gli ingredienti fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea, che utilizzerete (a crudo, mi raccomando!!) per condire la vostra pasta.  Se non vi piace la dolcezza e la pastosità degli anacardi potete eliminarli dagli ingredienti o sostituirli con delle noci, o nocciole, o altri frutti oleosi di vostro gradimento. Se desiderata invece una versione vegan eliminate il pecorino e sostituitelo con delle mandorle finemente tritate. Un consiglio... non esagerate con il sale, essendo un sugo non cotto siete sempre in tempo eventualmente per aggiungerne.

un consiglio

Per conservare il vostro pesto in frigorifero utilizzate un contenitore di vetro e abbiate cura di coprirlo sempre con uno strato d'olio EVO.

Scrivi commento

Commenti: 0